Per il nostro ultimo viaggio negli Stati uniti tra Colorado, New Mexico e Arizona avevamo naturalmente bisogno di un’auto, questa volta per 10 giorni.

Da subito ci siamo orientati verso un SUV, più comodo e che ci avrebbe permesso di affrontare anche eventuali sterrati senza grandi problemi.

Chi segue il sito probabilmente lo sa già, sono iscritto ai programmi delle maggior compagnie di autonoleggio, non ne ho uno preferenziale, ma di volta in volta mi affido a chi ha l’offerta migliore o la promozione che al momento mi permette di ottenere qualche beneficio in più.

Ammetto che utilizzo maggiormente Avis, Hertz e National, ma come detto non ho una compagnia preferenziale e ormai ho perso lo status praticamente con tutte.

Per questo viaggio comunque abbiamo optato per Avis, ma non prenotando direttamente sul loro sito, cosa che normalmente faccio.

Come vi ho accennato in un’altro articolo, nel periodo in cui dovevamo prenotare c’era un’interessante promozione sul sito American Express Viaggi. Spendendo almeno 300€ in noleggi o hotel si aveva uno sconto di 100€…. un peccato farsi scappare una promozione simile, quindi meglio prenotare tramite amex viaggi, in fondo il prezzo era praticamente uguale (solo qualche euro in più) rispetto al sito ufficiale Avis.

Naturalmente prenotando tramite un sito diverso da quello Avis si perdono i vantaggi Avis Preferred…. o quasi.

Purtroppo nel nostro caso la prenotazione è stata fatta proprio all’ultimo momento, solo un paio di giorni prima di partire. Ho provato in ogni caso a contattare il supporto clienti Avis via email, per chiedere se potevano associare la prenotazione al mio profilo Avis Preferred.

Il supporto tramite email di Avis non è rapidissimo, ci mettono alcuni giorni a rispondere, per cui se avete urgenza meglio contattarli in altro modo. Allo stesso tempo però sono molto gentili e cercano di soddisfare al meglio la richiesta del cliente.

Il risultato è stato che il mio noleggio è stato associato al mio profilo ma non in tempo utile per il ritiro.

Ciò ha avuto esiti positivi e “negativi”. L’aspetto “negativo” è che al momento del ritiro non risultava ancora la prenotazione come “preferred”, quindi non ho potuto sfruttare i vantaggi di essere iscritti al loro programma (vedi dopo). L’aspetto positivo è invece che il noleggio ora risulta sul mio profilo, cosa sempre utile per il futuro.

Tornando alla nostra esperienza … il noleggio è stato fatto all’aeroporto di Denver, dove siamo atterrati dopo un volo da Monaco effettuato con Lufthansa.

Come probabilmente sa chi è già passato da questo aeroporto tutte le società di noleggio hanno i loro uffici in una zona fuori dai terminal, e sono collegate tramite un servizio di navetta gratuita.

Poter ritirare l’auto direttamente al terminal è sicuramente più comodo ma devo dire che anche il servizio navetta offerto è ottimo. I tempi di attesa sono molto bassi (qualche minuto) e anche il tragitto dura solo una decina di minuti, perchè la stessa navetta passa da entrambi i terminal.

Al momento di salire l’autista chiede a tutti se sono prenotazioni “avis preferred” o meno… all’inizio non capivo il perchè, in fondo la navetta è unica e non è che possa offrire grandi servizi aggiuntivi.

Il motivo è diventato chiaro nel momento in cui siamo arrivati al parcheggio, i clienti “avis preferred” vengono fatti scendere prima, nella zona dove ci sono già le auto pronti ad aspettarle. Chi invece ha fatto una prenotazione normale viene portato fino agli uffici per sbrigare le varie pratiche.

Peccato che la prenotazione, come ho detto, non risultasse “preferred”…. abbiamo dovuto fare un pò di coda. Niente di particolarmente lungo in ogni caso.

La ragazza che ci ha poi dato le chiavi è stata molto gentile. Come sempre quando si arriva a noleggiare un’auto al desk ci ha proposto tutto una serie di assicurazioni aggiuntive che noi naturalmente non abbiamo accettato.

Le assicurazione aggiuntive sui noleggi possono anche essere comode ma il noleggio diventa molto, molto, caro. Sono anni ormai che non ne faccio una, affidandomi anche alle assicurazioni offerte dalla carta di credito American Express, che per mia fortuna comunque non ho mai dovuto usare.

L’addetta ci ha poi chiesto che macchina volevamo, proponendoci varie marche/modelli. Sinceramente non sono un esperto di auto e le ho anche spiegato che una o l’altra non faceva differenza, però visto che insisteva nel farci scegliere alla fine abbiamo optato per una Subaru.

Prima di lasciarci andare la ragazza ci ha dato anche una cartina dettagliata di Denver e una del Colorado, ci ha infine chiesto dove eravamo diretti e ci ha dato tutte le indicazioni per raggiungere la nostra meta saltando il tratto di autostrada a pagamento che c’è a Denver…. mi ero già informato, ma la ragazza era talmente gentile che mi dispiaceva stroncarla.

L’auto presa a noleggio naturalmente era abilitata anche per i tratti a pedaggio, ma fate molta attenzione ad utilizzare i servizi a pedaggio negli USA con un’auto a noleggio…. il costo del pedaggio, che vi verrà addebitato sulla carta di credito, è spesso molto basso, il servizio della società di noleggio invece non sempre è così basso.

Se usate il “telepass” infatti vi verrà addebitato il costo della tratta, più un costo di alcuni dollari PER OGNI GIORNO DI NOLEGGIO, anche se voi usate il servizio solo un giorno.

A tal proposito, per chi si reca in USA in stati dove esistono tratte di strada a pagamento consiglio di leggere l’ottimo articolo How to Avoid Excess Toll Road Charges for Rental Cars.

Avute le chiavi siamo andati a prendere l’auto, quella che vedete nella foto, ad inizio articolo, una Subaru XV Crosstrek. Tralasciando il colore, che non sceglierei mai per la mia auto devo ammettere che prendere la Subaru si è rivelata un’ottima scelta.

L’auto era nuova, con solo 6 miglia all’attivo, tanto che abbiamo dovuto togliere qualche pezzo di nylon ancora presente sugli interni.

Alla fine degli 11 giorni di noleggio le miglia sull’auto erano molte di più, ben 2542. Abbiamo quindi fatto 2536 miglia, o se preferite 4081 KM

 

 

L’auto era ben accessoriata. Autoradio (naturalmente), telecamera per parcheggio, varie prese USB, comode per ricaricare il cellulare che uso sempre come navigatore, sedili riscaldati (anche se in maggio li abbiamo usati un giorno che eravamo sopra i 3000 metri e il meteo era brutto), vari sensori e sistemi per la guida e la sicurezza…..

L’auto naturalmente era con cambio automatico o, se ogni tanto vi volete divertire su qualche strada a curve in montagna, con cambio al volante. Era anche dotata di cruise control “adattivo” per impostare la velocità. Non so se si chiama così il sistema, però, ed è la prima volta che lo provo, rispetto ai normali sistemi sui quali imposti la velocità questo rallentava automaticamente nel caso individuasse un ostacolo.

Chi ha guidato negli USA lo sa, fuori dai grandi centri abitati il traffico è molto tranquillo e quasi inesistente. Il sistema quindi è stato molto comodo nella maggior parte dei casi. Cambio automatico più velocità tenuta automaticamente dall’auto significa guida molto più rilassata.

Unica piccola “pecca” il sensore di prossimità che eventualmente fa rallentare l’auto, secondo me tarato troppo “light” iniziava a rallentare l’auto molto distante da eventuali altre macchine che vi troverete davanti, obbligandovi a spostarvi sulla corsia di sorpasso con un bel anticipo. Dopo un pò ci si fa comunque l’abitudine.

L’auto era dotata anche di un altro sistema di sicurezza per la guida (non so proprio come chiamarlo). In pratica se vi avvicinate troppo o in modo “irregolare” alla linea della corsia l’auto tende a rimettervi automaticamente in carreggiata.

Ammetto che è un sistema che ho disabilitato immediatamente (appena trovato come fare), a Denver un pò di traffico c’è e l’autostrada è a 3/4 corsie, a volte in sorpasso o in curva si tende ad avvicinarsi alla linea bianca e sentire un volante che sterza nell’altra direzione per riportarti in centro non è proprio una sensazione piacevole…. magari ci si fa l’abitudine, ma ho preferito disabilitare la cosa.

A proposito di autoradio, era fornita anche del sistema “Android Auto” che riconosce i dispositivi android e permetterebbe di usare lo schermo dell’auto al posto di quello del cellulare. L’ho provato pochissimo perchè purtroppo il sistema non supporta il navigatore che uso io. Supporta invece Google Maps quindi se usate quello vi ritrovereste con un navigatore con uno schermo molto grande e comodo.

La riconsegna dell’auto, a fine viaggio, è stata immediata, giusto il tempo che l’addetto segnasse i km e desse una rapida occhiata per vedere che non ci fossero danni, poi di nuovo sulla navetta verso l’aeroporto.

Tutto sommato devo ammettere che questo noleggio con Avis è stato un’ottima esperienza, come tutte le altre volte le auto sono sempre perfette e il servizio impeccabile. Sicuramente Avis rimane fra le mie preferite e, nel caso siate indecisi a quale società di autonoleggio affidarvi, vi consiglio di prenderla seriamente in considerazione.

 

Giudica l'articolo
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 votes, average: 5,00 out of 5)


Loading...
Potrebbe interessarti anche:
Isole Vergini Americane (USVI)

Isole Vergini Americane (USVI)

Una settimana ai Caraibi: organizzare un viaggio fai da te Nel mese di Marzo abbiamo effettuato un viaggio di una... Leggi
Avis: sconto del 25% e altri bonus

Avis: sconto del 25% e altri bonus

Il gruppo di autonoleggio Avis, per questo inizio di 2017 ha una interessante promozione dedicata ai soci iscritti al programma... Leggi
Miles & More: promozione miglia per noleggi e soggiorni

Miles & More: promozione miglia per noleggi e soggiorni

Per gli iscritti al programma Miles & More segnalo due interessanti offerte per ottenere miglia bonus con autonoleggi o soggiorni... Leggi
Fino al 30% di sconto per soggiorni presso IHG

Fino al 30% di sconto per soggiorni presso IHG

Alcuni mesi fa vi avevo segnalato la possibilità di ottenere sconti sui soggiorni IHG prenotando tramite Hertz. Ora è la... Leggi

Autore:

FFItalia

Lo staff di Frequent Flyer Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Più Letti