Home » Frequent Flyer » Recensione Emirates economy class: la nostra esperienza sul volo Milano-Dubai-Bangkok
Emirates - A380-800 - interni (© FFitalia)

Recensione Emirates economy class: la nostra esperienza sul volo Milano-Dubai-Bangkok

In occasione del nostro viaggio in Thailandia abbiamo volato sull’Airbus A380-800 di Emirates, da Milano a Bangkok via Dubai. Abbiamo effettuato le 4 tratte sempre in economy,  i due voli Milano – Dubai sul ponte inferiore, mentre le due tratte Dubai – Bangkok le abbiamo fatte sul ponte superiore.

Prenotazioni, classi di viaggio e alcune note sul programma Emirates Skywards

Emirates offre un’ampia scelta di voli, soprattutto, facendo scalo a Dubai, per l’oriente o l’Africa, anche se naturalmente non mancano collegamenti verso gli USA. I voli li abbiamo prenotati direttamente dal sito Emirates.

Il sistema di ricerca è comodo, e permette, una volta scelta la tratta e le date, di visualizzare in un’unica schermata i prezzi per la classe di volo selezionata e per quella superiore. Ciò significa che se effettuate una ricerca per un volo in economy vi verranno mostrati anche prezzi e disponibilità per la business, mentre se fate la ricerca per la business vedrete anche i prezzi della first.

Potrebbe forse essere più comodo vedere in un’unica schermata tutti i prezzi, ma in fondo, se una persona cerca il volo in economy difficilmente poi prenoterà la first, a meno di clamorose error-fare i prezzi sono troppo differenti. Invece vedere la classe superiore può essere un incentivo a spendere un pò di più per avere un servizio migliore.

L’altra cosa che viene subito mostrata, in fase di ricerca dei voli, sono le miglia che si guadagneranno su quel volo. E’ un dettaglio che forse non interessa a tutti i clienti, ma mi sembra comunque importante, visto che tutte le compagnie pubblicizzano il loro programma frequent flyer, informare subito e in modo chiaro sul numero di miglia che si otterranno. Cosa che invece è quasi impossibile con molte altre compagnie.

Il sito web di Emirates è inoltre molto chiaro anche sulle differenze fra le varie tariffe. Durante la ricerca dei voli infatti vi basterà cliccare nella parte alta della tabella, dove sono riportate le classi di volo per far apparire una schermata riassuntiva, simile a quella riportata qui sotto.

 

La schermata di esempio è presa da un volo di ritorno Dubai – Milano, come potete vedere, per l’economy sono disponibili tre opzioni.

In particolare l’Economy Saver e la più economica e naturalmente la più limitata. Permette di ottenere meno miglia e naturalmente richiede più miglia per il passaggio alla classe superiore, ha maggiori vincoli sui rimborsi o modifiche al biglietto e soprattutto la selezione del posto è gratuita solo dopo l’apertura del web check in.

Il check-in online è disponibile con Emirates a partire da 48 ore prima del volo, ciò significa che se prenotate in classe Economy Saver non potrete scegliere il posto fino a 2 giorni prima del volo, o, se volete sceglierlo prima dovrete pagare.

Se non sbaglio il costo è di 25€ a tratta, per cui, nel caso facciate più voli e siete fra quelli che vogliono scegliersi subito il posto preferito valutate attentamente se la economy Saver è veramente più vantaggiosa della Economy Flex, che permette di selezionare subito il posto a sedere gratuitamente.

Prima di passare alla recensione dei voli mi premeva segnalare altre due cose interessanti.

Quasi sempre è possibile, tramite Bestshopping ottenere un cashback dei voli prenotati sul sito Emirates, di solito si tratta di una cifra intorno all’1%. Non è molto ma visto che non costa nulla vale la pena sfruttare questa possibilità.

Se non siete iscritti al programma Emirates Skywards potete farvi presentare da un amico, al primo volo che effettuerete otterrete 1500, 2500 o 4000 miglia bonus a seconda che effettuiate il volo in economy, business o First. Se non conoscete nessuno che vi possa presentare contattatemi.

Recensione volo Milano – Dubai

Che Emirates ci tenga molto ai clienti lo si capisce fin dal primo contatto con i dipendenti. Ho fatto spesso check in all’aeroporto di Milano Malpensa, ma credo che gli addetti Emirates siano fra i più gentili, sorridenti e disponibili con cui ho avuto a che fare.

Cortesia che ho riscontrato sempre anche nel personale di bordo, che durante tutto il volo è sempre a disposizione dei passeggeri.

A differenza di quello che accade con altre compagnie infatti stewart e hostess passano più volte durante il volo portando bevande, anche alcoliche, sempre gratuite pur essendo in economy, dove spesso i super alcolici si pagano.

Ammetto che, appena finite le procedure di imbarco, sentire passeggeri che chiedono vino o jack daniels è un pò strano…. viene il dubbio di non essere in economy.

Dubbio che aumenta una volta che ci si siede nei sedili del A380. Certo, siamo in economy e paragonarli ai posti della business è, ammetto, eccessivo. Però allo stesso tempo, viste le dimensioni “enormi” dell’airbus devo ammettere che probabilmente sono fra i posti a sedere più comodi nei quali sia mai stato….. considerata la classe di volo.

Come ho accennato sopra, le due tratte Milano – Dubai le abbiamo effettuate in economy, sul ponte inferiore dell’A380-800.

Emirates - A380-800 (© FFitalia)
Emirates – A380-800 (© FFitalia)

Milano è lo scalo tecnico del volo Emirates che collega Dubai  a New York con configurazione a tre classi. Il ponte inferiore è tutto dedicato all’economy, mentre, “ai piani alti” si trovano i posti di business e di first class.

In particolare la classe economy offre circa 400 posti a sedere, nella configurazione 3-4-3, e naturalmente dispongono tutti di uno schermo personale per l’intrattenimento di bordo oltre che di presa USB e presa elettrica per poter ricaricare eventuali device personali.

 

Emirates - A380-800 - Sistema intrattenimento - Economy (© FFitalia)
Emirates – A380-800 – Sistema intrattenimento – Economy (© FFitalia)

Il sistema di intrattenimento, denominato ICE, offre, come molti sistemi simili di altre compagnie la possibilità di vedere in tempo reale le immagini trasmesse da alcune telecamere poste all’esterno dell’aereo, oltre alle informazioni sul volo.

Offre anche una buona selezione musicale, ma la cosa migliore è sicuramente la sezione film. Il sistema infatti offre una selezione molto ampia di film, disponibili in più lingue, fra cui naturalmente anche l’italiano. Se l’italiano era quasi scontato sui voli da/per Milano è stato invece una piacevole scoperta sui voli da Dubai a Bangkok.

Ufficialmente la compagnia dichiara 2500 canali di intrattenimento, credo suddivisi fra musica e film, non so quanti siano i film a disposizione ma devo ammettere che sono moltissimi.

Tutto il sistema è inoltre reso più fruibile dalle cuffie che il personale di bordo distribuisce prima della partenza, decisamente migliori di tutte le cuffie che abbia mai visto in economy e che si avvicinano molto a quelle offerte da alcune compagnie in economy plus.

Il sistema di intrattenimento è poi completato dall’offerta di accesso ad internet. Durante la maggior parte del volo infatti è possibile collegare i propri dispositivi alla rete wifi di bordo per navigare tranquillamente su internet.

Emirates - A380-800 - OnAir - Economy (© FFitalia)
Emirates – A380-800 – OnAir – Economy (© FFitalia)

La connessione è gratuita per i primi 10MB su ogni volo, poi si deve pagare 1$ ogni 500 MB. Il costo non è eccessivo, ma ammetto che non l’ho pagato. Durante il volo ho usato varie volte internet sia per spedire qualche mail urgente sia per “perdere un pò di tempo” sui vari social… e non mi è mai comparsa nessuna schermata che mi chiedeva di pagare perchè avevo superato i 10MB.

Le generose dimensioni dell’A380 permettono inoltre di avere in cabina delle cappelliere molto ampie, cosa che permette a tutti di stivare il proprio bagaglio a mano senza problemi.

Personalmente preferisco imbarcare il bagaglio in stiva e portare in cabina solo lo zaino fotografico, per cui non ho mai avuto molti problemi nel trovare posto dove metterlo. Però si tratta comunque di uno zaino fotografico, non conterrà milioni di euro di attrezzatura, ma se lo posso riporre in un posto dove non viene schiacciato per far entrare anche il bagaglio di altre persone sono molto più felice.

Recensione volo  Dubai – Bangkok

I due voli fra Dubai e Bangkok li abbiamo effettuati sul ponte superiore dell’A380, che questa volta era configurato (credo) con solo due classi di volo, economy e business. In questo caso, il ponte inferiore è ancora una volta tutto dedicato all’economy mentre il ponte superiore è diviso fra una piccola zona anteriore per l’economy e una zona posteriore per la business.

Nel caso siate sul ponte superiore la configurazione dei sedili sarà del tipo 2-4-2, e il sedile lato finestrino ha un ulteriore tasca laterale porta oggetti molto spaziosa, dove poter riporre cellulare, tablet o altre cose che potrebbero essere utili durante il volo senza dovervi alzare.

Attenzione, se volate in economy, in fase di scelta dei posti a sedere il sistema vi propone in automatico la scelta sul ponte inferiore, per passare al ponte superiore dovete selezionare la voce “upper deck” sulla mappa dell’aereo.

Sarà forse perchè tale voce non è proprio chiarissima o sarà stato un caso, ma in entrambi i voli sul ponte superiore c’erano vari posti liberi. Sul volo di ritorno in particolare erano più i posti vuoti di quelli occupati, e vari passeggeri ne hanno approfittato per sdraiarsi sui 4 sedili delle file centrali, usandoli come un vero e proprio letto.

 

Emirates - A380-800 - Ponte superiore Economy (© FFitalia)
Emirates – A380-800 – Ponte superiore Economy (© FFitalia)

Anche i bagni, almeno a sensazione, sono più grandi nella parte superiore pur essendo già molto grandi e più spaziosi della norma anche nel ponte inferiore.

Emirates - A380-800 - Bagno Economy (© FFitalia)
Emirates – A380-800 -Bagno Economy (© FFitalia)

 

Emirates - A380-800 - Bagno Economy (© FFitalia)
Emirates – A380-800 – Bagno Economy (© FFitalia)

 

Conclusioni

La nostra esperienza con Emirates è stata sicuramente molto positiva. In parte ciò è sicuramente dovuto agli ottimi aerei utilizzati dalla compagnia.

L’airbus A380 è infatti un gran (è proprio il caso di dirlo) bell’aereo. Molto spazioso e silenzioso. A momenti non ci si rende nemmeno conto di essere a bordo di un aereo visto le ampie dimensioni delle cabine, lo spazio a disposizione e la silenziosità dei motori.

Per fare un esempio, per chi non ha mai volato su un A380, basta dire che l’accelerazione della fase di decollo quasi non si sente, sembra di essere ancora in fase di rullaggio, ma in realtà ci si rende conto che poco alla volta l’aereo prende quota.

Non è solo l’aereo a fare la differenza, anche la compagnia naturalmente ci mette del suo. Lo standard dei servizi è sicuramente elevato, e tutto viene curato al meglio per soddisfare il cliente.

Ad esempio il personale di bordo è organizzato in modo da avere a bordo personale che parla più lingue differenti. Per molti di noi magari, trovare hostess che parlano esclusivamente inglese non è un problema, ma sapere che su un volo, eventualmente c’è anche uno stewart che parla italiano per alcuni può essere comodo.

Oppure, altra cosa che di questi tempi si vede poco, è la possibilità di mangiare, anche in economy con delle posate che non siano di plastica ma di acciaio.

La compagnia, come accennato all’inizio, offre moltissimi voli per l’oriente, facendo scalo a Dubai. “Spezzare” un volo a metà strada magari non è la soluzione ottimale per chi vola in business, e preferisce un’unica tratta più lunga per dormire meglio.

Per chi invece vola in economy, per comoda che sia, trovo che spezzare un volo di 11/13 ore in due, con uno scalo di un’ora o due non sia una brutta opzione, anzi, scendere dall’aereo e fare due passi può essere una buona alternativa.

Inoltre Dubai è anche una città interessante, per cui, si può sempre valutare l’idea di fare uno stop più lungo, magari di un giorno o due, tanto per spezzare il viaggio e visitare un posto nuovo.

Emirates ha spesso offerte interessanti, come ad esempio l’opzione “companion economy” in cui si vola in due al prezzo di una sola persona, mentre a “prezzo pieno” non è probabilmente la compagnia più economica in assoluto. Ciò nonostante devo dire che l’economy Emirates è sicuramente fra le migliori con cui abbia mai volato, e l’eventuale costo aggiuntivo può valere in pieno la differenza.

Come sempre poi la scelta di una compagnia aerea dipende, per ogni singolo volo, da molti fattori quali costo, comodità degli orari e degli scali etc. ma sicuramente, anche per i prossimi voli sarà una compagnia da prendere seriamente in considerazione e che ho già consigliato a più di un amico.

Concludo con una piccola idea/proposta per migliorare il già ottimo sistema di intrattenimento ICE, caso mai qualcuno di Emirates leggesse questo articolo.

Il sistema, come quello di altre compagnie, permette di personalizzare una playlist personale di canzoni da ascoltare durante il volo. E’ vero, l’operazione richiede solo pochi minuti e si può tranquillamente fare mentre vengono completate le procedure di imbarco mentre si sorseggia un drink….ma …perchè non pensare ad un sistema, almeno per i frequent flyer, di “legare” le playlist al profilo dell’utente?

Sarebbe comodo sedersi al proprio posto e trovare la postazione già tutta configurata senza dover ripetere la stessa procedura ad ogni cambio di aereo.

Non so quanto possa essere complicata la gestione di un sistema simile di preferenze, ma, chissà, magari in una prossima release del sistema … 🙂

 

ultima modifica: 2017-08-29T15:41:29+00:00
di FFItalia

Lo staff di Frequent Flyer Italia